Leave a Reply

“Nel cerchio” è un progetto fotografico realizzato nell’ Academìa Corda Bamba, la scuola di capoeira di Lençois, cittadina sprofondata nel sertào brasiliano, Stato di Bahia.
E’ in quel luogo che Josè de Santos Silva, detto mestre Cascudu, ha ospitato il suo sogno, portato negli occhi e nei passi per molti anni: strappare i bambini di Lençois da una vita dissoluta in mezzo alla strada ed insegnargli la capoeira, la musica, il canto, la vita. Con il suo timbro di voce pacato, lo sguardo fiero ed impavido, la fermezza dei suoi modi, mestre Cascudu ti racconta il suo sogno realizzato.
Ti racconta che la capoeira è insieme danza, rito, gioco, arte marziale, disciplina, improvvisazione, creatività, armonia, calli sulle mani, furbizia. Tutto questo fa parte della roda, il palcoscenico della capoeira, uno spazio racchiuso dai corpi, dalla musica, dal canto e dal battito di mani.
E quando il capoeirista entra nella roda, si ritrova “nel cerchio”, in un luogo simbolico, un microcosmo in cui si può immaginare l’universo, con i movimenti circolari ed armonici dei corpi che replicano il moto circolare dei pianeti, uno spazio che racchiude e sprigiona energie, un palco su cui esprimere se stessi attraverso i movimenti appresi e le improvvisazioni, un acceleratore di fluidità, elasticità e istinto, un terreno sociale di confronto e rispetto dell’altro, in cui si sviluppa un dialogo senza parole e un’intimità senza contatto.